Ara, Pio Sesto. Notaio e segretario della Prefettura di Vercelli.
Nato a Trino (Vercelli) il 23-4-1799, da Giuseppe e da Teodora Bonanate; fratello di Casimiro Antonmaria e di Giuseppe Maria.
Partecipazione ai moti: "propenso alla Costituzione; complice col Vancini negli avvenimenti politici del 13-3-1821 a Vercelli".
Misure adottate: beneficiò dell'indulto, ma fu sottoposto a vigilanza in Acqui per un anno a partire dal 12-1-1822; contemporaneamente fu anche escluso dal suo ufficio di segretario di Prefettura.
Eventi successivi: "dal 1821 in poi tenne buona condotta".

Fonti: AST, A.P., Processi, IV; AST, Polizia, Mat. pol., 1821, I, 3; AST, A.P., Avv. Erariale, Provv. R. Senato Torino; AST, Polizia, Mat. crim., VI, Novara; AST, Polizia, 1837, Gab. part., Novara, I; AST, Polizia, 1839, Gab. part., Torino, II.