Ara, Casimiro Antonmaria. Tenente brig. Piemonte.
Nato a Trino (Vercelli) il 28-10-1788, da Giuseppe e da Teodora Bonanate; fratello di Pio Sesto e di Giuseppe Maria.
Ruolo matric. prec.: prestò servizio nell'esercito francese dal 4-9-1808; dopo la Restaurazione si arruolò in quello sardo come sottotenente in aspettativa, 1-4-1815; sottotenente rgt. Mondovì, 22-6-1815; sottotenente brig. Piemonte, 20-9-1817; tenente brig. Piemonte, 20-7-1820.
Partecipazione ai moti: fu promosso capitano della Giunta costituzionale, il 28-3-1821.
Misure adottate: cancellato dai ruoli come disertore (22-8-1821) e condannato a quindici anni di galera in contumacia, 2-3-1822.
Eventi successivi: subito dopo i moti si rifugiò nel cantone di Vaud e poi in quello di Ginevra sotto il falso nome di Valentini. Secondo alcune fonti di polizia si recò anche in Spagna, ma ciò è molto dubbio. Nel 1828 passò in Inghilterra stabilendosi a Norvich. Venne ammesso all'indulto il 27-9-1842 e rientrò in Piemonte il 9-5-1843 provenendo direttamente da Londra.

Fonti: AST, R.m. uff. Brig. Piemonte, p. 46; BRT, Esercito... 1821; AST, A.P., Processi, VI; AST, Polizia, Mat. pol., 1821, II, 4, 7; AST, Polizia, Mat. crim., VI, Novara; AST, A.P., Avv. Erariale, Provv. R. Senato Torino; AST, Polizia, 1842, Gab. part., Novara, II.
Bibliografia: CARBONE, 45, 47, 48, 55, 148; NAGARI, Cucchi, 122; Manno (Inf., 144) cita due compromessi col cognome Ara: Casimiro ed Antonmaria, e similmente il Bollea (Esuli, 115) parla dei "fratelli Casimiro e Antonmaria Ara". Ricerche nell'Archivio parrocchiale di Trino hanno permesso di scoprire che in realtà si tratta della stessa persona.